Informazioni pietra preziosa Rubino

Informazioni pietra preziosa Rubino

Quale colore assocereste spontaneamente all'amore, alla vitalità alla passione e alla forza? Ovviamente tutto questo vi evocherà il rosso. Il rosso simboleggia l'amore, esso emana calore ed un forte senso di vita. Il rosso è anche il colore del Rubino, il Re delle gemme. Dopo tutto, nell'affascinante regno delle gemme i rubini sono generalmente considerati imperatori.

Per migliaia di anni. l Rubino è stato considerato una delle gemme più preziose della nostra Terra. Esso ha tutto ciù che serve ad una gemma preziosa: un colore splendido, eccellente durezza ed una brillantezza stupefacente. Inoltre è una pietra estremamente rara, specialmente nelle qualità superiori.

Per molto tempo, l'India è stata considerata il classico paese dei Rubini. La letteratura indiana contiene ricche e svariate informazioni scritte e raccolte per oltre duemila anni. Persino il termine "corundum”, che noi usiamo oggi deriva dal Sanscrito "kuruvinda”. Nella lingua Sanscrita il Rubino è chiamato "ratnaraj”, che infatti significa "Re delle Gemme". Ed in effetti per questo Re delle Gemme veniva preparato un benvenuto regale: Ogni volta che veniva trovato un cristallo di Rubino spettacolare, l'Imperatore inviava i suoi notabili per dare alla gemma un benvenuto in grande stile. Oggi i Rubini decorano le insegne di molti Case Reali. Ma sono davvero tutti Rubini? Leggi e lo scoprirai!

Solo un Pò di Cromo

Il Rubino è la varietà rossa del minerale corundum, uno dei minerali più duri della Terra che include anche Zaffiro. Il corundum puro è incolore. Leggere tracce del colore sono create da elementi quali il cromo, l'acciaio, il titanio o il vanadio responsabili del colore. Queste gemme hanno un'eccellente durezza. Nella Scala Moh raggiungono la durezza di 9, seconde solo ai diamanti. Solo il corundum rosso può essere chiamato Rubino, qualunque altro colore è denominato Zaffiro. La stretta relazione tra Rubino e Zaffiro è nota fin dall'inizio del 19° secolo. A quel tempo, anche i Granati rossi o gli Spinelli erano considerati Rubino- a causa di tale errata classificazione, il cosiddetto " Rubino Nero" cosi cone il "Rubino Timur che decorano i Gioelli della Corona Britannica, probabilmente non sono Rubini ma Spinelli.

Il Rubino, questa magnifica varietà rossa della famiglia del corundun multicolore, è composta di ossido di alluminio e cromo, cosi come di porzioni molto piccole di tracce di altri elementi - a seconda del ritrovamento. In colori davvero puri e di buona chiarezza, questa gemma viene estratta di rado in tutto il mondo. Responsabile di tale scarsità è infatti l'elemnto del cromo elemento creatore del colore. Milioni di anni fa, quando le gemme furono create, il cromo era l'elemento che dava al rubino il suo splendido ed intenso colore nel profondo della terra. Ma allo stesso tempo esso è anche responsabile della causa di una moltitudine di fessure e di minuscole irregolarità all'interno del cristallo. Soltanto un numero davvero esiguo di cristalli di rubino riusci a crescere indisturbato in misure considerevoli e di cristallizzarsi per formare una gemma perfetta. Inoltre, i Rubini che superano i 3 carati sono davvero rari. Per cui, non è un miracolo il fatto che

Alcuni Rubini mostrano una bellisima e lucente brillantezza setosa. la cosiddetta "seta" del Rubino. La ragione di questo fenomenomeno sono i sottilissimi aghi di rutilo. E di tanto in tanto, ci imbattiamo in una delle davvero rare Stelle di Rubino. Anche in questo caso è coinvolto il minerale rutilo: esso è incastonato a forma di asterico dentro il Rubino, fatto che causa l'affascinante effetto di luce che gli esperti chiamano "Asterismo". Se tali Rubini vengono tagliati a forma di cabochon tipo mezzo-duomo, ne risulteranno delle stelle a sei raggi che sembrano luccicare magicamente attraverso la superficie delle pietre che sembrano muoversi. I Rubini Stella sono rarità costose, il loro valore è dato in base alla bellezza e l'attraente colore, mentre la trasparenza è secondaria. I Rubini Stella puri, comunque, mostrano spesso raggi che sono completamente formati fino al contorno, e le stelle sono situate proprio al centro.

Rosso Rubino simbolo di Passione

Rosso come Rubino.. Rosso Rubino. La caratteristica più importante per attribuire il valore a questa pietra è il suo colore. Questa è la ragione per cui: il nome "Rubino" deriva dalla parola Latina "rubens" che significa"rosso". Il rosso dei Rubini è in una categoria tutta sua: caldo e passionale. Due elementi magici sono associati al simbolismo di questo colore: fuoco e sangue, che implicano calore e vita per l'uomo Cosi, il rosso rubino non è solo un vecchio colore qualsiasi, affatto, esso è l'apice del colore: un colore caldo, appassionato e potente. Come nessun altra gemma, il Rubino è il simbolo perfetto della forza dei sentimenti. Un anello con un prezioso rubino incastonato, non può simboleggiare una simpatia calma e moderata, ma piuttosto un amore focoso e passionale che due persone provano reciprocamente.

Luogo di Provenienza dei Rubini Puri

Qual'è il Rubino più bello? Questa è proprio una bella domanda. Dopo tutto, un Rubino può avere diverse sfumature di rosso a seconda della sua origine. La gamma dei diversi rossi è molto considerevole; paragonandolo alle categorie degli alberghi, si potrebbe dire che variano da una suite di lusso ad una misera locanda. Ad esempio, quando gli esperti parlano di Rubino Birmano intendono la categoria extralusso. Comunque, non ne consegue necessariamente che la pietra sia di Origine Birmana. Cuò indica semplicemente che il colore del Rubino in questione ha le caratteristiche sfumature che originariamente mostravano le famose gemme provenienti dalla Birmania attualmente chiamata Myanmar. un rosso saturo con leggeri toni bluastri. Qualche volta viene chiamato"intenso rosso sangue", ma il termine" color Burma" è molto più preciso. Un esperto assocerà immediatamente tale colore con il leggendario "Mogok Stone Tract” ed il centro gemme di Mogok a nord di Myanmar. Qui si potranno trovare i famori Rubino del paese situato in una valle montana circondata da alte cime. Grazie ad un duro lavoro le gemme vengono riportate alla luce nella "valle dei Rubini", pietre con un'affascinante brillantezza seconda a nessuna. Sfortunatamente anche qui le qualità pure sono molto rare. Il colore del Rubino Burma è considerato straordinariamente vivido. Si dice che mostri la sua brillantezza unica sotto ogni tipo di luce naturale , ed artificiale.

Il viaggio verso i più importanti rinvenimenti di Rubino del Mondo ci porta alla piccola cittadina di Mong Hsu a NOrd-Est di Myanmar, dove esistono i più importanti ritrovamenti degli anni novanta. Essi, all'inizio, vennero considerati poco adatti per essere utilizzati in gioielleria, poichè, quando non sono trattati, i cristalli di rubino di Mong Hsu presentano due colori. un cuore viola nerastro e un bordo rosso brillante. Solo quando si scopri che con il trattamento a caldo, il cuore scuro scompariva, e rimaneva soltanto il rosso intenso, I Rubini di Mong Hsu poterono trovare il loro posto sul mercato dei gioielli. Oggi le miniere di gemme di Mong Hsu sono ancora tra le più importanti esportatrici. Esse offrono soprattutto Rubini trattati a caldo in qualità e misure commerciali, tra 0.5 e 3 carats.

Rinvenimenti di Rubino si hanno anche nel vicino Viet Nam, vicino alla frontiera Cinese. I rubini di origine Vietnamita, mostrano generalmente una sfumatura leggermente purpurea. I Rubini della Tailandia, altra fornitrice classica di Rubini, comunque, sono spesso di un rosso scuro tendente al marrone. Questo "Color Siam"- un rosso intenso ed elegantemente modulato- è considerato bello quasi quanto il color Burma,ed è particolarmente apprezzato negli USA: I Rubini-Ceylon, comunque, oggigiorno piuttosto scarsi, erano principalmente rosso chiaro, come il lampone maturo.

Altri giacimenti di Rubino sono trovati nel Pakistan de Nord, nella Hunza-Valley,o nel Cashmere, Tadchikistan, Laos, Nepal, e Afghanistan. Ma i Rubini sono prodotti anche in India, dove, all'interno degli stati Federali di Mysore e Orissa, furono scoperti cristalli di Rubini relativamente grandi, che sebbene pieni di inclusioni, sono tuttavia perfettamente adatti per essere tagliati come cabochon o come perle,

Attualmente l'Africa dell'Est, è diventata una fonte per quanto riguarda i ritrovamenti di Rubino. I Rubini del Kenia e Tanzania, riuscirono prorpio a sorprendere tutti, inclusi gli esperti, quando furono scoperti negli anni sessanta. La ragione ne era il notevole splendido colore, che può variare dal rosso chiaro al rosso scuro. Ma anche nelle miniere Africane, Rubini puri e chiari, di buon colore e di buone dimensioni si trovano raramente. Solitamente, le qualità estratte, sono più o meno nella media.

Il Colore sopra (quasi) Ogni altra cosa

come succitato: il colre è l'elemento più importante del Rubino, mentre la trasparenza è solo secondaria. Per questo motivo, dunque, le inclusioni non danneggiano la qualità di un Rubino, a meno che queste non diminuiscano la trasparenza della pietra o siano poste proprio al centro della sua tavola. Spesso accade il contrario: le inclisioni interne al rubino, sono un pò come le impronte digitali delle gemme,ne attestano l'individualità e contemporaneamente provano la loro genuinità come un certificato di garanzia fornito dalla Natura. Il taglio è fondamentale: solo un taglio perfetto può evidenziare la bellezza di questa gemma preziosa e pregiata, per renderla effettivamente "Re delle Gemme". Ma, come il vero amore è molto raro, cosi lo sono i Rubini davvero perfetti. E se ne trovate uno, esso costerà una piccola fortuna. Tuttavia: una volta trovato "il vostro" Rubino, non esitate: tenetelo stretto!